Società - Fiscalità di gruppo

Società – Fiscalità di gruppo
Attualmente, la Repubblica Ceca non consente la tassazione di gruppo. Ogni società di un gruppo è tassata individualmente. La base imponibile consolidata si applica solo ai soci accomandatari e alle loro quote di utili della loro società in nome collettivo.

Prezzi di trasferimento
Ai fini fiscali, i prezzi concordati tra le parti correlate devono soddisfare la definizione del principio di libera concorrenza e tali prezzi sono spesso soggetti a verifiche fiscali da parte delle autorità fiscali. Le conseguenze di prezzi di trasferimento errati e successivi adeguamenti sono l’esposizione fiscale e le sanzioni. Nel caso di società che ricevono incentivi agli investimenti, prezzi di trasferimento errati possono comportare ulteriori sanzioni. In generale, dovrebbero essere seguiti i metodi di fissazione dei prezzi descritti nelle linee guida dell’OCSE.

Sebbene non vi sia alcun obbligo legale di conservare la documentazione sui prezzi di trasferimento, in pratica si consiglia vivamente di conservarla poiché il contribuente ha l’onere della prova in caso di contestazione dei prezzi da parte delle autorità fiscali.

I contribuenti possono richiedere agli amministratori fiscali di emettere un accordo preventivo sui prezzi (APA) in merito a transazioni in corso o future tra parti correlate, nonché alla determinazione della base imponibile delle PE.

Reportistica paese per paese (CbC)
Il rapporto CbC è il risultato del Piano d’azione per l’erosione della base e il trasferimento dei profitti (BEPS) dell’OCSE che è stato implementato nella legislazione ceca sulla base della direttiva UE DAC IV. Il rapporto CbC è un rapporto trasparente che rivela il reddito, i guadagni, le tasse pagate e altre informazioni sull’attività economica dei gruppi multinazionali che riportano ricavi consolidati superiori a 750 milioni di euro (EUR).

Le entità ceche che fanno parte di un gruppo multinazionale che dichiarava un fatturato consolidato annuale di oltre 750 milioni di EUR erano obbligate a presentare una notifica una tantum. Gli ultimi genitori cechi hanno presentato per la prima volta il rapporto CbC entro il 31 dicembre 2017. La relazione deve essere presentata ogni anno entro 12 mesi dalla chiusura del relativo anno fiscale.

Maiuscole sottili
Le regole sulla capitalizzazione sottile si applicano nella Repubblica Ceca e possono limitare la deducibilità fiscale dei pagamenti di interessi sul finanziamento del debito da parti correlate e in alcuni casi da terze parti (ad esempio finanziamento back-to-back con una banca interposta tra due parti correlate).

Di seguito è riportato un breve riepilogo delle regole di capitalizzazione sottile:

Il test di deducibilità fiscale si applica non solo agli interessi ma anche a tutti i cosiddetti “costi finanziari” sui prestiti (ad esempio interessi più altri costi correlati, come le commissioni bancarie).
La capitalizzazione sottile si applica solo ai prestiti con parti correlate.
Il rapporto debito / capitale proprio per i prestiti con parti correlate è 4: 1 (6: 1 per il settore dei servizi finanziari), vale a dire gli interessi su quella parte dei prestiti con parti correlate di cui il capitale di questi prestiti supera di quattro volte il patrimonio netto contabile (sulla base dei GAAP cechi) del mutuatario non è deducibile dalle tasse.
I prestiti con parti correlate (es. Prestiti bancari) garantiti da una parte correlata non sono considerati prestiti con parti correlate ai fini della sottile capitalizzazione. Se, tuttavia, una banca fornisce un prestito back-to-back a un’entità ceca in cui il prestito è fornito alla banca da una parte correlata, tale prestito bancario all’entità ceca è considerato un prestito con parti correlate.
Regole di eliminazione degli interessi ATAD
Le regole ATAD dell’UE che limitano la deducibilità delle spese per interessi sono state implementate in aggiunta alle altre regole (come la capitalizzazione sottile). Le regole di deducibilità degli interessi ATAD si applicano a tutte le spese per interessi (cioè sui prestiti da parti correlate e non correlate). Il test ATAD si applica solo alle spese per interessi che hanno superato con successo tutti gli altri test di deducibilità fiscale, il che significa che le regole ATAD possono comportare il rifiuto di un importo aggiuntivo delle spese per interessi.

In base a queste regole, gli eventuali “ costi finanziari netti ”, definiti come l’eccedenza degli oneri finanziari deducibili dalle tasse sui relativi redditi finanziari imponibili, sono deducibili dalle tasse solo fino a:

30% del reddito di un contribuente prima di interessi, tasse, deprezzamento e ammortamento (EBITDA) come definito a fini fiscali, o
80 milioni di CZK all’anno (il porto sicuro),
a seconda di quale sia il valore più alto.

Gli oneri finanziari includono vari tipi di spese simili agli interessi, come le spese per interessi effettivi, le spese simili agli interessi, le spese per interessi presunte incluse negli strumenti di copertura, l’elemento di interesse incluso nei costi di leasing finanziario, gli interessi capitalizzati nel valore delle attività e successivamente inclusi negli ammortamenti fiscali e nei costi di cambio relativi agli interessi.

Eventuali costi per interessi considerati non deducibili dalle imposte in virtù di queste regole possono essere riportati per un periodo di tempo indefinito e utilizzati a detrazione negli anni in cui la soglia non è stata raggiunta (non passa al successore legale).

Società estere controllate (CFC)
Le norme UE ATAD relative a un CFC sono state implementate nella legislazione fiscale nazionale ceca. Si definisce CFC una società ceca non residente a cui la società ceca partecipa (da sola o insieme alle sue parti correlate) per oltre il 50% sui diritti di voto o sui profitti.

Se un tale CFC:

non svolge una “vera attività commerciale”, e
il CIT effettivo che il CFC ha pagato nel paese di residenza è inferiore alla metà del CIT che il CFC avrebbe pagato se fosse stata una società residente fiscale ceca,
quindi i seguenti tipi di reddito della CFC devono essere inclusi nella base CIT della società controllante ceca nella proporzione della quota della società ceca nel capitale della CFC:

Reddito da interessi.
Reddito da royalty.
Dividendi.
Plusvalenze da cessione di azioni.
Finanziamento redditi da locazione.
Entrate da assicurazioni, banche o altri servizi finanziari.
Proventi da vendita di beni o prestazione di servizi tra parti correlate con scarso valore aggiunto.
Ciò significa che il reddito di cui sopra deve essere tassato nella Repubblica Ceca all’interno della base imponibile della società controllante ceca come se il reddito fosse generato da questa società.

Mancate corrispondenze ibride
Sono state inoltre implementate le regole ATAD dell’UE volte a prevenire gli effetti degli accordi di disallineamento ibrido. Questi accordi si verificano in situazioni in cui, ad esempio, le spese vengono detratte due volte in paesi diversi, i guadagni non sono tassati o una combinazione di entrambi.

L’obiettivo è prevenire queste discrepanze. La “non tassazione” che si verifica a seguito di disallineamenti ibridi viene affrontata preferenzialmente applicando la regola difensiva primaria (ad esempio, non consentendo una detrazione fiscale se il reddito è esente da imposta nell’altro paese).

Se la regola non viene applicata, l’altro paese dovrebbe applicare la regola difensiva secondaria (per tassare il reddito nel caso specifico). Le regole del disallineamento ibrido sono in vigore dal 1 ° gennaio 2020.

Indennità di ricerca e sviluppo (R&S)
Fino al 100% delle spese (o costi) specifiche di ricerca e sviluppo sostenute in un dato anno fiscale può essere detratto dalla base imponibile come detrazione fiscale speciale. Questi costi vengono quindi detratti due volte ai fini fiscali: una volta come normale costo deducibile dalle tasse e poi ancora come detrazione fiscale speciale. Un ulteriore 10% può essere applicato come detrazione dalla differenza di cui i costi ammissibili dell’anno in corso superano quelli del periodo precedente.

I seguenti costi possono essere inclusi nella detrazione fiscale per la ricerca e lo sviluppo:

Costi diretti (ad es. Costi del personale degli ingegneri di ricerca e sviluppo, materiali consumati).
Ammortamento fiscale delle immobilizzazioni utilizzate per attività di ricerca e sviluppo.
Altre spese operative direttamente legate alla realizzazione delle attività di ricerca e sviluppo (es. Canoni di telecomunicazioni, elettricità, acqua, gas).
Solo le spese ammissibili sono deducibili ai fini fiscali e devono essere identificate separatamente dalle altre spese (o costi). Questa indennità non si applica ai costi dei servizi acquistati o ai risultati immateriali di ricerca e sviluppo acquisiti da altre entità, ad eccezione delle spese (o dei costi) sostenuti da un’organizzazione di ricerca e sviluppo. Inoltre, sono escluse anche le spese sostenute da fonti pubbliche.

Il contribuente deve informare le autorità fiscali sull’intenzione di richiedere l’indennità di ricerca e sviluppo e, entro la data di presentazione della dichiarazione CIT per l’anno in cui è iniziata la richiesta dell’indennità per un progetto specifico, il contribuente deve preparare una documentazione scritta del progetto in un formato definito dalla normativa fiscale.

Qualsiasi indennità di R&S non utilizzata può essere riportata per tre anni successivi.

Un contribuente può richiedere una decisione vincolante in relazione ai costi di ricerca e sviluppo dal rispettivo ufficio delle imposte nel caso in cui il contribuente non sia sicuro se determinati costi di ricerca e sviluppo siano ammissibili per l’indennità.

Incentivi agli investimenti
Gli incentivi agli investimenti sono disponibili solo per le entità ceche (comprese le filiali ceche di società straniere). Gli incentivi includono principalmente uno sgravio CIT, un sostegno in denaro per la creazione di nuovi posti di lavoro, un sostegno in denaro per la formazione o la riqualificazione dei dipendenti, una sovvenzione in contanti per le spese in conto capitale e un trasferimento di terreni a un prezzo particolarmente ridotto.

Gli incentivi agli investimenti sono disponibili nell’industria manifatturiera e anche per il supporto di centri tecnologici, servizi strategici, data center e centri di assistenza clienti.

L’importo massimo del sostegno nell’ambito degli incentivi agli investimenti è del 25% dei costi ammissibili.

 

Link utili:

Studio Praga

Start up in Repubblica Ceca per Società

Traduzioni Ceco

Traduzioni giurate italiano-ceco e ceco-italiano

Targa Ceca

Pratiche auto in Repubblica Ceca, immatricolazioni auto italiane e tedesche

Venice web agency

Sviluppo siti internet dinamici

Do Benatek

Překlady Italština

 Traduzioni asseverate italiano ceco di diplomi, bilanci di società ecc.

Gestioni Praga

Gestione di condomini, alberghi

Hotel Trevi

Centrale, tutte le camere sono con wifi e bagno privato

Società Ceche

Costituzione società commerciali in Repubblica Ceca

Società Praga

Iniziare una attività commerciale a Praga

Traduzioni Ceco

Traduzioni di certificati di nascita e di dichiarazioni di parternità

Italstina Preklady

Traduzioni giurate ed asseverate

Gestione fiduciaria

Costituzione di fondi patrimoniali dove è possibile apportare contanti, azioni, immobili o altri beni di valore.

Società Cechia

Costituzione di società a Responsabilità limitata in Repubblica Ceca a Praga o a Plzen.

Open chat