Imposte sul reddito delle società

L’imposta sul reddito delle società (CIT) si applica ai profitti generati da tutte le società, comprese le filiali di società estere. I partner aziendali in società in nome collettivo (cioè illimitati) e i partner aziendali in accomandita (cioè illimitati) in una società in accomandita semplice sono soggetti a CIT sulla loro quota dei profitti nella società di persone.

Le società residenti in Repubblica Ceca sono tenute a pagare CIT sul reddito derivante da fonti mondiali. Le società non residenti sono tenute a pagare CIT sul reddito proveniente dalla Repubblica Ceca.

Il tasso CIT è del 19% e si applica a tutti i profitti aziendali, comprese le plusvalenze derivanti dalla vendita di azioni (se non esentate dal regime di esenzione dalla partecipazione).

Esiste un’aliquota CIT speciale del 15% applicata ai redditi da dividendi di entità residenti ai fini fiscali cechi provenienti da entità non residenti (a meno che non siano soggette all’esenzione dalla partecipazione).

Un tasso CIT del 5% si applica al reddito di alcuni fondi di investimento e un tasso CIT dello 0% si applica ai fondi pensione.

Imposte locali sul reddito

Non ci sono imposte sul reddito regionali o locali nella Repubblica Ceca.

Residenza fiscale

 

Una società è residente nella Repubblica Ceca ai fini CIT se ha:

la sua sede legale o
la sua sede di direzione
situato nella Repubblica Ceca.

Stabile organizzazione (PE)
In base al diritto interno, la creazione di una PE di un residente fiscale straniero nella Repubblica Ceca è attivata da un posto fisso disponibile per lo svolgimento di attività commerciali, fornitura di servizi a lungo termine (per più di sei mesi in 12 mesi consecutivi), o la presenza di un agente dipendente, a meno che un trattato contro la doppia imposizione (DTT) applicabile non disponga diversamente. A fini interpretativi, viene seguito il Modello di Commento fiscale dell’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE). La Repubblica ceca tende ad avere una clausola di “servizio PE” (vale a dire clausola che stabilisce che una PE è creata dalla fornitura di servizi nel territorio della Repubblica ceca anche senza l’esistenza di una sede fissa di attività) inclusa nei suoi DTT.

È possibile richiedere all’autorità fiscale un ruling giuridicamente vincolante che confermi un metodo scelto di determinazione della base CIT del PE.

Imposta sul valore aggiunto (IVA)

L’IVA viene generalmente addebitata al 21% sulle forniture di beni e servizi all’interno della Repubblica ceca. Alcune forniture (ad es. Generi alimentari, lavori di costruzione relativi all’edilizia sociale) sono tassate con un’aliquota del 15% e una seconda aliquota ridotta del 10% è applicabile per determinate categorie di beni (alcuni medicinali, libri, giornali e anche fornitura di calore e freddo).

Dal 1 ° maggio 2020, la seconda aliquota IVA ridotta del 10% è applicabile anche per l’acqua potabile del rubinetto, i servizi di ristorazione, le bibite e la birra alla spina, le riparazioni di scarpe e abbigliamento, i servizi di parrucchiere, e-book, ecc.

Inoltre, a partire dal 1 ° luglio 2020, la seconda aliquota IVA ridotta del 10% si applica alla sistemazione in albergo e all’ingresso a strutture culturali, sportive, teatrali o simili.

Le esportazioni sono generalmente esenti da IVA con un credito. Alcune forniture sono esenti senza credito, compreso l’affitto di immobili (con alcune eccezioni), servizi finanziari e assicurativi, istruzione, salute e welfare.

Partita IVA
Le società con sede nella Repubblica Ceca il cui fatturato supera 1 milione di corone ceche (CZK) in un periodo di 12 mesi consecutivi devono registrarsi come contribuenti IVA presso le autorità fiscali.

Per le società non residenti non esiste una soglia di registrazione, ma devono registrarsi come contribuenti IVA se:

assoggettare qualsiasi fornitura all’IVA ceca (a meno che l’obbligo di dichiarare e pagare l’IVA non sia trasferito al destinatario della fornitura), o
fornire merci dalla Repubblica Ceca a un altro Stato membro dell’UE.
Una società può registrarsi come contribuente IVA volontariamente anche se il suo fatturato non raggiunge la soglia se effettua o intende effettuare forniture imponibili o esenti da IVA con credito nella Repubblica ceca.

In determinate circostanze, le società non registrate ai fini dell’IVA verso le quali deriva l’obbligo dell’IVA a causa di beni o servizi acquistati diventano persone identificate ai fini dell’IVA. Una persona identificata per l’IVA paga solo l’IVA dalle prestazioni ricevute senza avere diritto a recuperare la relativa IVA a monte nella sua dichiarazione IVA.

Dichiarazioni e pagamenti IVA
La dichiarazione IVA deve essere presentata e l’imposta pagata entro 25 giorni dalla fine del periodo imponibile. Il periodo imponibile è un mese di calendario (o trimestre di calendario in determinate circostanze). Tutti i contribuenti IVA registrati nella Repubblica ceca devono presentare una relazione, la cosiddetta “dichiarazione di controllo”. Nella dichiarazione di controllo, i contribuenti IVA devono fornire prove dettagliate dei dati delle fatture emesse e ricevute, in modo che l’amministrazione finanziaria ceca possa confrontare e verificare le transazioni con i partner commerciali. La dichiarazione di controllo non sostituisce una dichiarazione IVA. Le persone giuridiche devono presentare la relazione ogni mese di calendario e il termine per la presentazione della dichiarazione di controllo non è superiore a 25 giorni dopo il periodo d’imposta. I contribuenti IVA devono presentare elettronicamente tutti i rendiconti IVA alle autorità fiscali ceche.

Dazi doganali
La Repubblica Ceca è uno stato membro dell’UE; di conseguenza, si applica il codice doganale dell’UE.

Le accise
Le accise vengono applicate alla produzione o all’importazione di determinati prodotti, come il tabacco, i prodotti del tabacco e i prodotti del tabacco riscaldati, i vini, i semilavorati, gli alcolici e l’etanolo puro, la birra, il carburante e gli oli minerali.

Tasse sull’energia
L’imposta sull’energia viene addebitata sul gas naturale e alcuni altri gas, combustibili solidi e elettricità venduta ai clienti finali nella Repubblica ceca.

Tassa sui beni immobili
L’imposta sugli immobili è dovuta annualmente dal proprietario del terreno o degli edifici. L’importo dell’imposta dipende dall’area, dall’ubicazione e dall’uso del terreno o degli edifici. Le aree pavimentate utilizzate per scopi commerciali (come le aree in cemento nei centri logistici) sono tassabili, con i contribuenti obbligati ad autovalutare l’imposta. Tuttavia, alcune aree (ad esempio parcheggi accessibili al pubblico nei centri commerciali) non sono tassabili.

Imposta sul trasferimento di proprietà
L’imposta sul trasferimento di proprietà è stata abolita nel 2020.

Tasse di bollo
Non ci sono tasse di bollo nella Repubblica Ceca. Alcune operazioni commerciali in cui un notaio deve essere coinvolto per legge sono soggette a spese notarili.

Le imposte sui salari
I datori di lavoro (compresi i datori di lavoro economici e alcuni tipi di PE) nella Repubblica Ceca sono obbligati a presentare trattenute mensili e una riconciliazione annuale per i loro dipendenti. Le ritenute comprendono l’imposta sul reddito delle persone fisiche (PIT) e l’assicurazione sociale e sanitaria obbligatoria.

Contributi previdenziali e assicurativi sanitari
I datori di lavoro contribuiscono per il 33,8% dello stipendio lordo del dipendente ai fondi statali per la salute e la sicurezza sociale. È disponibile un limite al solo premio di previdenza sociale.

Pedaggio stradale
La tassa di circolazione è pagabile annualmente per i veicoli (compresi i veicoli privati) utilizzati per scopi commerciali. Le tariffe variano in base alla cilindrata del motore e alle dimensioni del veicolo.

Tasse di uscita
Non esiste una tassa di uscita separata in quanto tale. La tassazione in uscita (implementata in linea con l’ATAD dell’UE) fa parte del CIT. Il tasso è quindi lo stesso del CIT standard, ovvero il 19%. L’imposta è imposta sul trasferimento di beni senza cambio di proprietà (i) tra la società ceca e il suo PE estero il cui reddito è esente dalla tassazione ceca in base a un trattato sulla doppia imposizione, (ii) tra un PE ceco e la sede straniera se il bene successivo di tali attività non era imponibile nella Repubblica ceca o (ii) quando un residente fiscale ceco cambia la propria residenza fiscale se le successive vendite di attività non erano tassabili nella Repubblica ceca.

Un contribuente è soggetto all’imposta sull’importo pari al valore di mercato dei beni trasferiti, al momento dell’uscita dai beni, meno il loro valore ai fini fiscali. Le rate possono differire ulteriormente il pagamento dell’imposta nei prossimi cinque anni.

Le uniche eccezioni sono i trasferimenti di attività relativi al finanziamento di titoli, attività costituite come garanzia, ecc. Se le attività sono impostate per tornare allo Stato membro del cedente entro 12 mesi.

 

Link utili:

Studio Praga

Start up in Repubblica Ceca per Società

Traduzioni Ceco

Traduzioni giurate italiano-ceco e ceco-italiano

Targa Ceca

Pratiche auto in Repubblica Ceca, immatricolazioni auto italiane e tedesche

Venice web agency

Sviluppo siti internet dinamici

Do Benatek

Překlady Italština

 Traduzioni asseverate italiano ceco di diplomi, bilanci di società ecc.

Gestioni Praga

Gestione di condomini, alberghi

Hotel Trevi

Centrale, tutte le camere sono con wifi e bagno privato

Società Ceche

Costituzione società commerciali in Repubblica Ceca

Società Praga

Iniziare una attività commerciale a Praga

Traduzioni Ceco

Traduzioni di certificati di nascita e di dichiarazioni di parternità

Italstina Preklady

Traduzioni giurate ed asseverate

Gestione fiduciaria

Costituzione di fondi patrimoniali dove è possibile apportare contanti, azioni, immobili o altri beni di valore.

Società Cechia

Costituzione di società a Responsabilità limitata in Repubblica Ceca a Praga o a Plzen.

Open chat