Parte quinta: disposizioni finali

Codice civile PARTE QUINTA
PARTE QUINTA
DISPOSIZIONI COMUNI, TRANSITORIE E FINALI
TITOLO I DISPOSIZIONI COMUNI
§ 3015
Questa legge incorpora la legislazione pertinente dell’Unione europea.

§ 3016
Le disposizioni della presente legge non pregiudicano le disposizioni di altre disposizioni legali in materia di protezione dei consumatori.

§ 3017
Le disposizioni della presente legge, relative all’applicazione della legge nei procedimenti giudiziari o giudiziari o nelle decisioni dei tribunali, si applicano analogamente all’applicazione della legge dinanzi a un arbitro, ai procedimenti arbitrali o ai lodi arbitrali.

§ 3018
L’obbligo di pubblicazione dei dati è assolto dalla loro pubblicazione sulla Gazzetta Commerciale, salvo diversa disposizione di legge.

§ 3019
I dati in base ai quali una persona può essere accertata sono in particolare il nome, la residenza e la data di nascita, oppure l’identificazione dei dati secondo un’altra normativa di legge. I dati identificativi di una persona giuridica o imprenditore sono il numero di identificazione della persona, se loro assegnato.

§ 3020
Le disposizioni delle parti uno, tre e quattro sul matrimonio e sui diritti e gli obblighi dei coniugi si applicano mutatis mutandis alle unioni registrate e ai diritti e agli obblighi dei partner.

§ 3021
Le disposizioni degli articoli da 751 a 753 contro la violenza domestica si applicano anche in caso di convivenza di persone diverse dai coniugi.

§ 3022
(1) Le disposizioni della presente legge sui diritti e gli obblighi di un rappresentante legale si applicano mutatis mutandis a un tutore ai sensi della Parte Seconda.

(2) Le disposizioni della presente legge sul consiglio di tutela si applicano anche alla nomina di un tutore, ma la formazione del consiglio e l’elezione dei suoi membri diventano effettive se approvate dal tribunale; in tal modo, tale misura deve essere nell’interesse superiore del minore.

§ 3023
Le disposizioni della presente legge sul proprietario del terreno si applicano in modo simile al proprietario di un bene immobile che non fa parte del terreno.

§ 3024
(1) Una persona fisica con residenza o persona giuridica con sede legale al di fuori del territorio della Repubblica Ceca è considerata una persona straniera.

(2) La capacità di acquisire diritti e di impegnarsi per gli obblighi di una persona straniera non fisica secondo l’ordinamento giuridico in base al quale è stata stabilita appartiene anche a lui nel campo del diritto ceco. L’ordinamento giuridico in base al quale questa persona è stata costituita disciplina anche i suoi rapporti giuridici interni e la responsabilità dei suoi membri o partner per i suoi debiti.

§ 3025
(1) Le disposizioni della presente legge sulle persone giuridiche e le associazioni si applicano ai sindacati e alle organizzazioni dei datori di lavoro in modo appropriato solo nella misura in cui ciò non contraddica la loro natura di rappresentanti dei lavoratori e dei datori di lavoro ai sensi degli accordi internazionali La Repubblica Ceca è vincolata e governa la libertà di associazione e la tutela del diritto alla libertà di associazione.

(2) Un sindacato, le organizzazioni dei datori di lavoro e le loro organizzazioni affiliate devono essere costituiti il ​​giorno successivo a quello in cui la notifica della loro istituzione è stata consegnata all’autorità pubblica competente.

§ 3026
(1) A meno che la natura del documento non lo precluda, le disposizioni della presente legge sul documento si applicano mutatis mutandis ad altri documenti, indipendentemente dalla sua forma.

(2) Se il procedimento legale richiede la forma di un atto pubblico, si intende un atto notarile; può essere sostituita da una decisione con la quale un’autorità pubblica, nei limiti dei suoi poteri, approva una transazione o altra manifestazione di volontà, la cui natura non gliela preclude.

§ 3027
Se la presente legge stabilisce un diritto a una garanzia sufficiente per il creditore e se il creditore e il debitore o un’altra persona che fornisce la garanzia non sono d’accordo sul suo oggetto o importo, il tribunale decide in merito alla garanzia sufficiente tenendo conto della natura e dell’importo del credito .

TITOLO II DISPOSIZIONI TRANSITORIE E FINALI
Parte 1 Disposizioni transitorie
Sezione 1 Disposizioni generali
§ 3028
(1) La presente legge disciplina i diritti e gli obblighi derivanti dalla data della sua entrata in vigore.

(2) Salvo disposizione contraria, le disposizioni della presente legge disciplinano anche i rapporti giuridici riguardanti i diritti personali, familiari e di proprietà; tuttavia, la loro origine, nonché i diritti e gli obblighi da essi derivanti prima della data di entrata in vigore della presente legge, devono essere valutati in conformità con le normative legali vigenti.

(3) Salvo diversa disposizione, altri rapporti giuridici sorti prima della data di entrata in vigore della presente legge, nonché i diritti e gli obblighi da essi derivanti, inclusi i diritti e gli obblighi derivanti da violazioni dei contratti conclusi prima della data di entrata in vigore della presente Act, sarà disciplinato dalle normative legali esistenti. Ciò non preclude l’accordo delle parti secondo cui questi diritti e obblighi saranno regolati dalla presente legge dalla data della sua entrata in vigore.

§ 3029
(1) Se i regolamenti legali invocano disposizioni che sono abrogate dalla presente legge, le corrispondenti disposizioni della presente legge prendono il loro posto.

(2) Salvo disposizione contraria della presente legge, le disposizioni dei regolamenti legali nel campo del diritto pubblico, così come le disposizioni di altre disposizioni legali che disciplinano i diritti privati ​​speciali, non saranno influenzate.

§ 3030
Le disposizioni della parte prima, titolo I, si applicano anche ai diritti e agli obblighi che sono valutati in base alla legislazione vigente.

§ 3031
Se il procedimento è stato avviato ai sensi della Sezione 5 della Legge n. 40/1964 Coll., Il Codice Civile, come modificato, deve essere completato in conformità con le normative legali vigenti.

§ 3032
(1) Una persona che è stata privata della capacità giuridica ai sensi delle normative legali esistenti sarà considerata una persona limitata nella sua autonomia ai sensi della presente legge dalla data di entrata in vigore della presente legge.

(2) Una persona che è stata limitata nella capacità giuridica ai sensi delle normative legali esistenti sarà considerata una persona limitata nella sua autonomia ai sensi della presente legge dalla data di entrata in vigore della presente legge ed è ancora legalmente qualificata per agire nella misura stabilita dalle normative legali esistenti, a meno che il tribunale non decida altrimenti ai sensi della presente legge.

§ 3033
(1) Le persone che sono state private della capacità giuridica prima della data di entrata in vigore della presente legge o la cui capacità giuridica è stata limitata prima della data di entrata in vigore della presente legge diventano indipendenti entro tre anni dalla data di entrata in vigore della presente legge, a meno che il tribunale non decida diversamente.

(2) A meno che un altro regolamento legale non disponga diversamente, la custodia ai sensi della Sezione 468 passerà al comune nel cui territorio risiede il tutore.

§ 3034
Se, in previsione della propria incapacità di agire legalmente prima della data di entrata in vigore della presente legge, il lavoratore autonomo ha espresso il desiderio che una determinata persona sia il suo tutore, il § 59 si applica alle decisioni sulla limitazione del lavoro autonomo determinazione nell’ambito dell’efficacia della presente legge.

§ 3035
Se i procedimenti di adozione sono stati avviati prima della data di entrata in vigore della presente legge, devono essere completati in conformità con le disposizioni legali esistenti. Gli atti compiuti nell’ambito del procedimento preparatorio finalizzato all’adozione devono essere valutati in conformità alla presente legge; ciò non si applica se si tratta di concedere il consenso dei genitori per l’adozione o di una decisione del tribunale che tale consenso non è richiesto.

Sezione 2 Scadenze e termini
§ 3036
In base alla normativa vigente, tutti i termini e i periodi che hanno iniziato a decorrere prima della data di entrata in vigore della presente legge, nonché i termini e i periodi per l’esercizio dei diritti disciplinati dalla normativa vigente, anche se iniziano a decorrere dalla data di entrata in vigore della presente legge, deve essere valutata dalla legge.

§ 3037
(1) Se una persona ha appreso prima della data di entrata in vigore della presente legge di una violazione del suo diritto a un nome, onore, reputazione o simile relazione privata e che li ha violati, o se l’aveva e poteva averlo saputo prima dalla data di entrata in vigore della presente legge, il periodo per la cessazione del diritto alla sua protezione decorre dalla data di entrata in vigore della presente legge.

(2) Se una persona viene a conoscenza durante l’efficacia della presente legge che il suo diritto a un nome, onore, reputazione o altra relazione privata simile è stato violato prima della data di entrata in vigore della presente legge e chi l’ha violato, o se lo aveva e Potrebbe avere Per scoprirlo, il periodo per la cessazione del diritto alla sua protezione inizia a decorrere dalla data di entrata in vigore della presente legge.

Sezione 3: Legge sulla proprietà matrimoniale
§ 3038
Gli oggetti che appartengono all’arredamento abituale di una famiglia familiare cessano di essere parte della proprietà comune il giorno in cui la presente legge entra in vigore.

§ 3039
Ciò che è stato acquisito gratuitamente da uno dei coniugi prima della data di entrata in vigore della presente legge, o ciò che entrambi i coniugi hanno acquisito gratuitamente senza diventare parte della proprietà comune, non farà più parte della proprietà comune.

§ 3040
Una parte della proprietà comune non include una cosa emessa ai sensi della legislazione sulla restituzione della proprietà a uno dei coniugi che avevano la cosa emessa di proprietà prima del matrimonio o a cui la cosa è stata emessa come successore legale del proprietario originale.

Sezione 4 Persone giuridiche
§ 3041
(1) La natura giuridica delle persone giuridiche regolate dalla presente legge sarà disciplinata dalle disposizioni della presente legge dalla data di entrata in vigore. Se i procedimenti per l’iscrizione di una persona giuridica nel registro pubblico sono stati avviati prima della data di entrata in vigore della presente legge, devono essere completati in conformità con le disposizioni legali esistenti; tuttavia, se l’azione legale fondante intrapresa prima della data di entrata in vigore della presente legge contraddice le disposizioni legali esistenti, sarà considerata valida se conforme alle disposizioni della presente legge.

(2) Le disposizioni dell’accordo di partenariato o dello statuto delle persone giuridiche di cui al paragrafo 1, che contraddicono le disposizioni imperative della presente legge, cesseranno di essere vincolanti il ​​giorno della sua entrata in vigore; la persona giuridica deve, entro tre anni dalla data di entrata in vigore della presente legge, adattare l’accordo di partenariato o lo statuto alla modifica della presente legge e consegnarli all’autorità pubblica che tiene il registro pubblico in cui è registrata la persona giuridica . In caso contrario, l’autorità pubblica competente la invita a farlo e fissa nella richiesta un periodo di tempo ragionevole aggiuntivo per ottemperare a tale obbligo; se il termine aggiuntivo scade invano, il tribunale scioglie la persona giuridica su proposta di un’autorità pubblica o di una persona che dimostri un interesse legale in essa e ne ordina la liquidazione.

§ 3042
Se il nome di una persona giuridica contraddice le disposizioni della presente legge, la persona giuridica adatterà il proprio nome ai requisiti della presente legge entro due anni dalla data della sua entrata in vigore. Non è obbligata a farlo se vi sono ragioni importanti per questo, in particolare se la persona giuridica ha usato il suo nome per molto tempo e se è così caratteristico che la sua intercambiabilità o inganno non può essere ragionevolmente presunta.

§ 3043
(1) Se un contratto o una decisione sulla trasformazione di una persona giuridica presa prima della data di entrata in vigore della presente legge contraddice le disposizioni legali esistenti, saranno considerati validi se conformi alle disposizioni della presente legge e all’autorità pubblica competente non ha respinto la proposta prima della data di entrata in vigore della presente legge di iscrivere la conversione nel pubblico registro, o se non ha deciso che la conversione non è avvenuta.

(2) Se una decisione sullo scioglimento o la trasformazione di una persona giuridica è stata decisa prima della data di entrata in vigore della presente legge, si applicano le norme legali vigenti, a meno che l’organo competente della persona giuridica non decida entro tre mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge per applicare la procedura ai sensi della presente legge. Le disposizioni della presente legge per la protezione dei creditori si applicano anche ai casi in cui la decisione sullo scioglimento o la trasformazione di una persona giuridica è stata presa prima della data di entrata in vigore della presente legge e non è stata ancora iscritta nel registro pubblico il la data di entrata in vigore della presente legge.

§ 3044
Le disposizioni della Sezione 128 si applicano anche ai procedimenti legali istitutivi e alle trasformazioni di persone giuridiche avvenute prima della data di entrata in vigore della presente Legge.

§ 3045
(1) Le associazioni ai sensi della legge n. 83/1990 Coll., Sulle associazioni di cittadini, come modificata, saranno considerate associazioni ai sensi della presente legge. L’associazione ha il diritto di modificare la propria forma giuridica in istituto o cooperativa sociale secondo altra legge.

(2) Le unità organizzative di un’associazione in grado di agire per proprio conto ai sensi della Legge n. 83/1990 Coll., Sull’Associazione dei Cittadini, e successive modifiche, devono essere considerate come associazioni secondarie ai sensi della presente Legge. L’organo statutario dell’associazione principale deve presentare una proposta per la registrazione dell’associazione secondaria entro tre anni dalla data di entrata in vigore della presente legge, altrimenti la personalità giuridica dell’associazione secondaria scadrà l’ultimo giorno di questo periodo.

§ 3046
I sindacati, le organizzazioni dei datori di lavoro, comprese le organizzazioni internazionali e le loro unità organizzative registrate ai sensi della legge n. 83/1990 Coll., On Citizens ‘Associations, e successive modifiche, sono considerati sindacati, organizzazioni dei datori di lavoro, sindacati internazionali e loro sussidiarie organizzazioni ai sensi della legge.

§ 3047
Se un procedimento di nullità di una decisione di un organo di associazione civica è stato avviato prima della data di entrata in vigore della presente legge, il tribunale decide sulla mozione ai sensi della presente legge.

§ 3048
Fino all’entrata in vigore della legge sul registro pubblico in cui sono entrate in vigore le associazioni, le associazioni sono soggette all’iscrizione ai sensi della legge n. 83/1990 Coll., Sull’associazione dei cittadini, e successive modifiche.

§ 3049
(1) Le fondazioni stabilite ai sensi della normativa legale vigente devono essere considerate fondazioni stabilite ai sensi della presente legge; se la fondazione è stata stabilita da un testamento, si applicano le sezioni 311 e 312, anche se il testamento è stato fatto prima della data di entrata in vigore della presente legge, a meno che il procedimento di successione non sia terminato alla data di entrata in vigore della presente legge. Se la fondazione è stata istituita in modo diverso dallo statuto della fondazione, in particolare mediante l’emissione di uno statuto, le disposizioni della presente legge sullo statuto della fondazione si applicano a tali procedimenti legali e ai suoi emendamenti nella misura specificata nel § 310 per lo statuto della fondazione.

(2) Il fondatore di una fondazione può adattare il procedimento legale di fondazione al regolamento dello statuto di fondazione ai sensi della presente legge, se consegna la decisione con cui il procedimento legale di fondazione cambia alla persona che tiene il registro pubblico presso il quale la fondazione è registrato, ma entro e non oltre due anni dalla data di entrata in vigore della presente legge. Se il fondatore è deceduto o ha cessato di esistere prima della data di entrata in vigore della presente legge, il tribunale può modificare il procedimento legale istitutivo su proposta della fondazione.

(3) Le disposizioni dei paragrafi 1 e 2 si applicano mutatis mutandis ai fondi di dotazione.

§ 3050
I diritti e gli obblighi delle società di pubblica utilità continuano a essere disciplinati dalla legislazione vigente. Una società senza scopo di lucro ha il diritto di modificare la sua forma giuridica in un istituto, fondazione o fondo di dotazione ai sensi della presente legge; le disposizioni della presente legge sulla trasformazione della forma giuridica delle persone giuridiche si applicano mutatis mutandis.

§ 3051
Le associazioni di interessi di persone giuridiche costituite in conformità con le normative legali esistenti continuano ad essere disciplinate dalle normative legali esistenti. Un’associazione di interessi di persone giuridiche ha il diritto di cambiare la sua forma giuridica in un’associazione ai sensi della presente legge; le disposizioni della presente legge sulla trasformazione della forma giuridica delle persone giuridiche si applicano mutatis mutandis.

§ 3052
Le persone giuridiche costituite ai sensi della Legge n. 42/1980 Coll., Relazioni economiche con l’estero, e successive modifiche, continueranno ad essere disciplinate dalle norme di legge vigenti. Ciò vale anche per le persone giuridiche costituite come associazioni ai sensi dell’articolo 636 della legge n. 101/1963 Coll., Sulle relazioni legali nel commercio internazionale. Queste persone giuridiche hanno il diritto di cambiare la loro forma giuridica in un’associazione; le disposizioni della presente legge sulla trasformazione della forma giuridica delle persone giuridiche si applicano mutatis mutandis.

§ 3053
La natura giuridica e le relazioni giuridiche interne delle persone giuridiche impegnate in attività commerciali, che sono disciplinate dalle precedenti disposizioni legali ai sensi dell’articolo 767 (2) della legge n. 513/1991 Coll., Il codice commerciale, come modificato, fino alla data di entrata in vigore della presente legge, restano invariate e continueranno ad essere disciplinate dalla legislazione in base alla quale sono state stabilite.

Sezione 5 Diritti reali
Terreni e fabbricati
§ 3054
Un edificio che, secondo le norme di legge vigenti, non fa parte del terreno su cui è stabilito cessa di essere una questione separata il giorno in cui la presente legge entra in vigore e diventa parte del terreno se il diritto di proprietà sull’edificio e il il diritto di proprietà sulla terra aveva la stessa persona.

§ 3055
(1) Un edificio collegato al suolo da solide fondamenta che non fa parte del terreno su cui è stabilito secondo le disposizioni legali esistenti ed è di proprietà di una persona diversa dal proprietario del terreno alla data di entrata in vigore della presente legge non diventerà parte del terreno alla data di entrata in vigore della presente legge. è immobiliare. Lo stesso vale per un edificio in comproprietà, se uno dei comproprietari è anche proprietario del terreno o se solo alcuni dei comproprietari dell’edificio sono comproprietari del terreno.

(2) Il paragrafo 1 si applica mutatis mutandis a un edificio che deve essere stabilito sul terreno di un altro proprietario sulla base di un diritto materiale del costruttore prima della data di entrata in vigore della presente legge o sulla base di un contratto concluso prima della data di entrata in vigore della presente legge.

§ 3056
(1) Il proprietario di un appezzamento di terreno su cui è stabilito un edificio che non fa parte dell’appezzamento di terreno in conformità con le normative legali esistenti e non è diventato parte dell’appezzamento di terreno alla data di entrata in vigore del presente Act avrà un diritto di prelazione sulla costruzione e Il diritto di prelazione del proprietario fondiario si applica anche ad un fabbricato interrato sullo stesso lotto, accessorio di un fabbricato fuori terra. Le disposizioni che escludono o limitano il diritto di prelazione non sono prese in considerazione.

(2) Se una parte del terreno con un edificio può essere separata senza complicarne in modo significativo l’uso e il godimento, il diritto di prelazione si applica solo alla parte di terreno necessaria per l’esercizio del diritto di proprietà sull’edificio.

§ 3057
Se il proprietario stabilisce un diritto reale a favore di un terzo che acquisisce il diritto reale in buona fede che l’edificio fa parte del terreno, l’edificio è considerato parte del terreno nei confronti di tale persona. Il proprietario dell’immobile ha il diritto di chiedere al fondatore del diritto reale il risarcimento del danno alla sua proprietà; se l’immobile è gravato da privilegio, il privilegio si estende alla richiesta di tale risarcimento.

§ 3058
(1) Se il terreno e l’edificio diventano proprietà dello stesso proprietario, l’edificio cesserà di essere una questione separata e diventerà parte del terreno su cui è stabilito. Questo non si applica se si tratta di un edificio che non fa parte del terreno ai sensi della presente legge.

(2) Se il diritto di proprietà sul terreno è stato alienato a una terza parte che era in buona fede al momento dell’acquisizione del diritto di proprietà che l’edificio fa parte del terreno, l’edificio cesserà di essere una questione separata e diventerà parte del terreno su cui è stabilito. Chi è proprietario dell’immobile ha diritto al risarcimento da parte dell’alienante dell’importo del prezzo dell’immobile alla data di cessazione del diritto di proprietà; se l’edificio è stato gravato da privilegio, il privilegio passa alla richiesta di tale risarcimento.

§ 3059
Se l’edificio è costituito su più lotti di terreno, le sezioni da 3056 a 3058 si applicano solo in relazione al lotto di terreno su cui si trova la maggior parte dell’edificio. Se l’edificio diventa parte di questo terreno, le disposizioni sulla ricostruzione si applicano in relazione al terreno su cui si estendono parti dell’edificio.

§ 3060
Se un diritto reale grava su un edificio o su un terreno, l’edificio non diventerà parte del terreno finché dura tale diritto reale e se la sua natura lo preclude.

§ 3061
Le disposizioni della presente sezione non si applicano se si tratta di un edificio che non fa parte del terreno ai sensi della presente legge, o di un bene immobile ai sensi della Sezione 498 (1), seconda frase.

Comproprietà
§ 3062
Il diritto di prelazione legale dei comproprietari ai sensi dell’articolo 140 della legge n. 40/1964 Coll., Il codice civile, come modificato, scade dopo un anno dalla data di entrata in vigore della presente legge. Ciò non si applica in caso di comproprietà di un’azienda agricola o familiare.

§ 3063
Se l’acquirente ha acquisito la proprietà di almeno un’unità in una casa con appartamenti e locali non residenziali prima della data di entrata in vigore della presente legge ai sensi della legge n. 72/1994 Coll., Che regola alcuni rapporti di comproprietà con edifici e alcuni rapporti di proprietà su appartamenti e locali non residenziali e integrano determinati atti (l’Atto sulla proprietà degli appartamenti), come modificato, la proprietà di altre unità in questa casa sorgerà anche dopo la data di entrata in vigore della presente Legge in conformità con le normative legali esistenti.

Catasto
§ 3064
Per quanto riguarda i diritti registrati nel Catasto Immobiliare prima della data di entrata in vigore della presente Legge e per quanto riguarda i diritti registrati nel Catasto Immobiliare entro un anno dalla data di entrata in vigore della presente Legge, gli effetti di cui agli articoli da 980 a 986 avrà effetto un anno dalla data di entrata in vigore della presente legge. I termini di cui alle sezioni 983 e 986 inizieranno a decorrere dopo un anno dalla data di entrata in vigore della presente legge.

§ 3065
Nel caso di un diritto reale che non era soggetto a iscrizione nell’elenco pubblico prima della data di entrata in vigore della presente legge, la precedenza dei diritti reali registrati ai sensi della Sezione 981 e l’ordine dei diritti reali ai sensi della Sezione 982 (1) avrà effetto su questi diritti il ​​1 ° gennaio 2018.

§ 3066 Resistenza straordinaria
Il periodo stabilito nel § 1095 includerà anche il periodo per il quale il titolare, o il suo predecessore legale, ha avuto la cosa in possesso continuo prima della data di entrata in vigore della presente legge; tuttavia, questo periodo non terminerà prima della scadenza di due anni dalla data di entrata in vigore della presente legge, se si tratta di una cosa mobile, e di cinque anni, se è una cosa immobile.

§ 3067 Lasciando una cosa immobile
Se la proprietà immobiliare viene abbandonata, il periodo specificato nel § 1050 paragrafo 2 inizierà a decorrere dalla data di entrata in vigore della presente legge.

§ 3068
Se il privilegio è sorto prima della data di entrata in vigore della presente legge, il proprietario può esercitare il diritto di svincolare il privilegio solo se il creditore del privilegio registrato prima della data di entrata in vigore della presente legge dopo che il privilegio rilasciato nell’ordine successivo è d’accordo con il rilascio del privilegio. Ciò vale in modo simile allo scambio di un privilegio.

Sezione 6 Diritto successorio
§ 3069
In caso di successione si applica la legge in vigore il giorno del decesso del testatore.

§ 3070
Se il testatore è deceduto dopo la data di entrata in vigore della presente legge e se la sua acquisizione in caso di morte è in contraddizione con le disposizioni legali in vigore al momento in cui è stata emessa, si considera valido se conforme alla presente legge. Lo stesso vale per il suffisso e le clausole accessorie nell’acquisizione in caso di morte, se la normativa vigente al momento in cui è stato fatto il suffisso o l’acquisizione in caso di morte le priva di conseguenze legali o le dichiara nulle.

§ 3071
Se il testatore ha concluso un contratto per la rinuncia all’eredità prima della data di entrata in vigore della presente legge e se è deceduto dopo la data di entrata in vigore della presente legge, il contratto è considerato valido.

§ 3072
Se il testatore muore dopo la data di entrata in vigore della presente legge e se la sua dichiarazione di eredità è in contraddizione con la legislazione in vigore al momento in cui è stata emessa, si considera valida se è conforme alla presente legge.

Sezione 7 Obblighi
§ 3073
I diritti derivanti dalla garanzia di un obbligo derivante prima della data di entrata in vigore della presente legge, anche se è stato stabilito anche come diritti reali, sono valutati fino alla loro estinzione in conformità con le norme di legge vigenti. Ciò non preclude l’accordo delle parti secondo cui questi diritti e obblighi saranno regolati dalla presente legge dalla data della sua entrata in vigore.

§ 3074
(1) Il contratto di locazione è regolato dalla presente legge dalla data di entrata in vigore, anche se il contratto di locazione è stato sostenuto prima di tale data; tuttavia, l’origine del contratto di locazione, nonché i diritti e gli obblighi sorti prima della data di entrata in vigore della presente legge devono essere valutati in conformità con le normative legali vigenti. Ciò non si applica alla locazione di beni mobili o alla locazione.

(2) Le disposizioni del § 2249 paragrafo 1 non si applicano nel caso in cui l’affitto non sia stato determinato da un accordo tra il proprietario e l’inquilino o da una decisione del tribunale, ma sulla base di un altro regolamento legale. In tal caso, il locatore ha il diritto di proporre per iscritto al conduttore un aumento del canone di locazione; le disposizioni del § 2249 paragrafo 3 si applicano mutatis mutandis.

§ 3075
Se un appartamento per scopi speciali è stato stabilito da fondi statali prima della data di entrata in vigore della presente legge o se lo stato ha contribuito alla sua costituzione, un contratto di locazione può essere concluso solo su raccomandazione dell’autorità municipale con poteri estesi e il contratto di locazione può essere risolto solo con il previo consenso di questo ufficio.

§ 3076
Se prima della data di entrata in vigore della presente legge sono stati avviati procedimenti per l’invalidità della risoluzione del contratto di locazione dell’appartamento, essi devono essere conclusi in conformità alle disposizioni di legge vigenti; il diritto dell’inquilino all’indennità di alloggio o ad altri vantaggi ai sensi della legislazione vigente non è pregiudicato.

§ 3077
(1) Il conto sarà disciplinato dalla presente legge dalla data della sua entrata in vigore, anche se l’accordo sul conto è stato concluso prima di tale data; tuttavia, l’origine del presente contratto, nonché i diritti e gli obblighi da esso derivanti prima della data di entrata in vigore della presente legge, devono essere valutati in conformità con le normative legali vigenti.

(2) Se il pagamento dal libretto era vincolato a una password, al consenso di terzi o a un fatto che è certo che si verificherà prima della data di entrata in vigore della presente legge, sarà regolato il vincolo del pagamento dalle normative legali vigenti.

§ 3078
Se un contratto di viaggio concluso prima della data di entrata in vigore della presente legge non è valido ai sensi delle disposizioni legali esistenti, sarà considerato un contratto di viaggio valido per quanto riguarda i diritti esercitati durante l’efficacia della presente legge, se è conforme alla presente legge ; § 2542 si applica anche agli obblighi derivanti da contratti di viaggio conclusi in conformità con le normative legali esistenti, a meno che non sia stata ancora presa una decisione sulla legge applicabile. In caso di violazione degli obblighi dell’organizzatore o dell’agenzia di viaggio, anche prima della data di entrata in vigore della presente legge, si applica il § 2543, a meno che una decisione sui danni non sia stata decisa prima della data di entrata in vigore della presente legge .

§ 3079
(1) Il diritto al risarcimento dei danni causati da una violazione di un obbligo previsto dalle norme legali, avvenuta prima della data di entrata in vigore della presente legge, deve essere valutato in conformità con le norme legali esistenti.

(2) Se il tribunale non ha deciso sulla data di entrata in vigore della presente legge sul risarcimento dei danni causati dalla violazione di un obbligo legale, avvenuta prima della data di entrata in vigore della presente legge, può, al mozione della persona lesa, se ragioni straordinarie meritevoli di speciale considerazione (§ 2 paragrafo 3), di concedere alla parte lesa il risarcimento del danno morale ai sensi della presente legge.

Link utili:

Studio Praga

Start up in Repubblica Ceca per Società

Traduzioni Ceco

Traduzioni giurate italiano-ceco e ceco-italiano

Targa Ceca

Pratiche auto in Repubblica Ceca, immatricolazioni auto italiane e tedesche

Venice web agency

Sviluppo siti internet dinamici

Do Benatek

Překlady Italština

 Traduzioni asseverate italiano ceco di diplomi, bilanci di società ecc.

Gestioni Praga

Gestione di condomini, alberghi

Hotel Trevi

Centrale, tutte le camere sono con wifi e bagno privato

Società Ceche

Costituzione società commerciali in Repubblica Ceca

Società Praga

Iniziare una attività commerciale a Praga

Traduzioni Ceco

Traduzioni di certificati di nascita e di dichiarazioni di parternità

Italstina Preklady

Traduzioni giurate ed asseverate

Gestione fiduciaria

Costituzione di fondi patrimoniali dove è possibile apportare contanti, azioni, immobili o altri beni di valore.

Società Cechia

Costituzione di società a Responsabilità limitata in Repubblica Ceca a Praga o a Plzen.

Consulenti

Anni di esperienza

Traduttori legali

Aliquote dell’imposta sul reddito delle società (CIT)
Tasso CIT principale (%)

19

Date di scadenza dell’imposta sul reddito delle società (CIT)
Data di scadenza per la restituzione CIT

Entro tre mesi dalla fine del periodo fiscale (quattro mesi se depositato elettronicamente) ed entro sei mesi per enti o enti sottoposti a revisione la cui dichiarazione dei redditi è presentata da un consulente registrato.

Data di scadenza del pagamento finale CIT

Entro tre mesi dalla fine del periodo fiscale (quattro mesi se depositato elettronicamente) ed entro sei mesi per enti o enti sottoposti a revisione la cui dichiarazione dei redditi è presentata da un consulente registrato.

Date di scadenza del pagamento previste dal CIT

Gli anticipi fiscali vengono pagati semestralmente o trimestralmente.

Aliquote dell’imposta sul reddito delle persone fisiche (PIT)
Tasso PIT titolo (%)

15% e 23% sul reddito superiore a circa 1,7 milioni di CZK

Date di scadenza dell’imposta sul reddito delle persone fisiche (PIT)
Data di scadenza del reso PIT

1 aprile o 1 maggio per l’archiviazione elettronica

Data di scadenza del pagamento finale PIT

Entro il termine per la presentazione della dichiarazione dei redditi (es. 1 aprile / 1 maggio)

PIT date di scadenza del pagamento previste

Generalmente mensilmente per reddito da lavoro dipendente. In altri casi, possono essere necessari pagamenti anticipati di imposte semestrali o trimestrali.

Aliquote dell’imposta sul valore aggiunto (IVA)
Aliquota IVA standard (%)

21

Aliquote di ritenuta alla fonte (WHT)
Tariffe WHT (%) (Div / Int / Roy)

Residente: 15/0/0;

Non residenti: 15/15/15 (35% WHT si applica ai residenti di paesi al di fuori dell’UE e dello SEE con i quali la Repubblica Ceca non ha un DTT o TIEA applicabile)

Aliquote dell’imposta sulle plusvalenze (CGT)
Aliquota fiscale sulle plusvalenze societarie (%)

Le plusvalenze sono soggette al normale tasso CIT.

Aliquota fiscale sulle plusvalenze individuali (%)

Le plusvalenze sono soggette alla normale aliquota PIT.

Aliquote fiscali sulla ricchezza / valore netto
Aliquota d’imposta sul patrimonio netto / valore nominale (%)

N / A

Aliquote sulle successioni e sulle donazioni
Aliquota dell’imposta sulle successioni (%)

N / A

Aliquota d’imposta sulle donazioni (%)

Se tassabile, il regalo è soggetto alla normale aliquota PIT.

Open chat